domenica 29 aprile 2018

Forza Italia di Monte Sant'Angelo ammonisce l'Amministrazione d'Arienzo

Torna a tuonare la sezione di Forza Italia di Monte Sant'Angelo. Lo fa contro l'attuale Amministrazione comunale. Di seguito si pubblicano due comunicati pervenuti presso questa redazione.

CAMBIAMONTE E IL PD SI FANNO IL TAGLIANDO E QUALCHE CONSIGLIERA DI MINORANZA GLI FA DA STAMPELLA
«Nei giorni scorsi alcuni operatori turistici di Monte Sant’Angelo si sono autoconvocati per stabilire insieme un percorso da seguire per il rilancio delle attività e delle politiche turistiche nella nostra città. Spesso accade che solo chi non fa non sbaglia. Infatti, le incomprensioni che possono nascere, peraltro amplificate dall'assenza di una guida politica che spetta all'Amministrazione comunale, portano anche a scontri duri tra gli stessi operatori, cosa che non dovrebbe mai succedere e che speriamo faccia ritrovare la calma: solo un’alleanza tra operatori ridarà slancio al turismo nella città.
Che l’Amministrazione d’Arienzo non abbia una politica turistica è sotto gli occhi di tutti. Basti pensare che la zona alta di Monte (parcheggio ex Campo sportivo), cioè quella zona che accoglie i turisti provenienti da ogni parte del mondo, è abbandonata a se stessa: parcheggio incustodito (dire incustodito è poco!), punto di informazione turistica chiuso da molto tempo (si cominciano a notare i primi danni alla struttura) ecc., ma da qui a dire che le responsabilità sono solo dell’Assessore Palomba, e che allora il PD può defenestrarla, ci sembra veramente esagerato!
Il Sindaco d’Arienzo, consigliato dal PD (esponenti del PD da qualche settimana lamentano l’immobilismo della Palomba, mentre apprezzano l’attivismo della Consigliera di opposizione Lombardi), ha cominciato le grandi manovre (forse per accompagnare alla porta Palomba?).
Qualche dubbio in effetti nasce quando si viene a sapere che d’Arienzo ha delegato la Lombardi a rappresentarlo in un Convengo organizzato dall’associazione “Italia Nostra”, tenutosi alla Camera dei Deputati il 10 aprile scorso. Ebbene, se d’Arienzo o la Lombardi vogliono portare come scusa che si è evitato di mandare a Roma, a spese del Comune, l’Assessore Palomba o qualche altro esponente della maggioranza, diciamo che nessuno se la beve. Quella delega nasce dalla convinzione di cui abbiamo detto e che circola da giorni negli ambienti PD: l’Assessore Palomba non piace più al PD!
Ma, stranamente, d’Arienzo e il PD locale, che non perde il vizio dei giochetti, invece che trovare la soluzione in casa propria (ci sono tanti giovani Consiglieri, che, se anche alle prime armi, potrebbero dare un buon aiuto), va a “pescare” in casa dell’opposizione, trovando disponibile solo la Consigliera Lombardi, il cui comportamento non è mai stato di opposizione a “CambiaMonte”, ma di appoggio esterno (assentarsi alla seduta di approvazione del Bilancio, per un Consigliere di opposizione, significa una sola cosa: non voler dare il voto contrario!).
La Consigliera Lombardi dimentica che a lei i cittadini hanno affidato non il compito di amministrare, ma quello di controllo, e non lo hanno fatto perché non la ritengono all’altezza, ma perché hanno voluto premiare “CambiaMonte”; se la città avesse voluto che lei fosse parte di una maggioranza, le avrebbe tributato un consenso maggiore: un conto è lavorare per il bene della città, un conto è voler stare con i vincitori! Non ci meraviglia che il PD voglia tradire il mandato degli elettori, aggregando una Consigliera di minoranza e punendone una di maggioranza; ci meraviglia, e tanto anche, il comportamento della Lombardi.
E mentre d’Arienzo vuole allargare la maggioranza e, come al suo solito, il PD continua a fare giochetti politici, la città è ferma e sta perdendo grandi occasioni, come i finanziamenti regionali ed europei. Ma questa è un’altra storia di cui vi racconteremo prossimamente.
Forza Italia si appella a quanti, anche nei banchi della maggioranza, non condividono questi comportamenti, perché a farne le spese è la nostra città».

VOLGARITÀ E CATTIVERIA DA “CAMBIAMONTE”, MA LA CITTÀ PRETENDE DI ESSERE AMMINISTRATA
«In casa CambiaMonte regna il nervosismo. Mentre Forza Italia ha posto questioni politiche di cui si parla da tempo, CambiaMonte – quindi tutti i Consiglieri e gli Assessori di CambiaMonte – risponde con un comunicato volgare e che non ha minimante sciolto i dubbi posti, che vengono confermati.
Veniamo ai fatti:
1)    Forza Italia ha detto che il PD sta pressando perché l’Assessore Palomba venga estromessa dalla Giunta: la notizia è vera e la confermiamo. Noi non abbiamo parlato male dell’Assessore Palomba, anzi le esprimiamo solidarietà sapendo che, quanto prima, potrebbe restare vittima della cattiveria del PD. CambiaMonte non se la deve prendere con Forza Italia, ma con Assessori e Consiglieri che, in luoghi pubblici, si spingono a dire “…certo sarebbe proprio bello avere Lombardi al posto di Palomba, perché è più veloce, invece Palomba è lenta…”.
2)    Forza Italia non ha scritto che l’Assessore Palomba non lavora. Va detto, comunque, che buona parte degli eventi culturali organizzati in questi giorni vengono già dall’Amministrazione precedente: il PD e CambiaMonte non devono dimenticare che l’addetto stampa di d’Arienzo è stato anche addetto stampa dell’Amministrazione di Iasio.
3)    Forza Italia ha detto che CambiaMonte non si preoccupa assolutamente della zona alta di Monte. È sotto gli occhi di tutti, infatti, che d’Arienzo non ha fatto nulla in un anno per dare un ordine al parcheggio “Ex Campo sportivo”. Ci chiediamo: Perché? Perché non è stato organizzato, in un anno, un servizio con personale del Comune (LSU, Co.Co.Co.)? Perché si consente da un anno che quella sia terra di nessuno? Grazie a questo comportamento il Comune sta avendo danni economici. Si possono avere dubbi? Si possono dare risposte serie alla città?
4)    A proposito di vergogna. Forse dalle parti di CambiaMonte la vergogna non è un sentimento diffuso, essendo convinti di essere i depositari della legalità. Ebbene, ricordiamo che: è scorretto per un Assessore lasciare la macchina in divieto, per un Consigliere lasciare la macchina nel parcheggio disabili, per un Consigliere con alto incarico passare nell’isola pedonale; la legalità si pratica, non deve essere solo annunciata! Vogliamo continuare? Vogliamo parlare della Casa di riposo? Ma no, di questo parleremo bene nei prossimi giorni!
5)    A proposito di scioglimento. Il PD e CambiaMonte sanno bene come sono andate le cose e lo hanno capito pure i cittadini. La vergona vuole che non vengano usati termini di tale violenza, anche perché gli elettori, con il voto, sanno punire gli arroganti. Dal PD non accettiamo lezioni di morale: quasi metà della Giunta Regionale PD è indagata. Inoltre, quando il Comune venne sciolto, il Decreto riportava, e riporta, anche attuali Consiglieri di CambiaMonte (Rignanese, Totaro, Vergura): basta andare sul sito del Ministero dell’Interno e verificare.
6)    A proposito di DNA. In effetti, qualcuno del PD, ora CambiaMonte, ha un DNA di così tanta arroganza che nulla è mai stato fatto per la città: basterebbe andare a rileggere i fatti politici di qualche decennio fa; oggi constatiamo che, per colpa di quel DNA, la storia si ripete!
7)    Abbiamo lasciato un Bilancio Comunale in perfetto ordine. Non saranno opera del PD, perché non ne sarebbero stati mai capaci, la Palestra Polivalente al Galluccio, la Casa delle Associazioni, la sistemazione di Corso Giannone, Corso Garibaldi, Piazza Cappelletti, Piazza Beneficenza, Corso Vittorio Emanuele, zona Stamporlando, zona Niviera, Scuola “Giovanni XXIII, Piazza Carlo d’Angiò ecc.; se tutti questi lavori si sono fatti, o si faranno, è solo grazie all’ex Amministrazione.
8)    In un anno nulla è stato fatto; sono solo stati capaci di: perdere finanziamenti regionali ed europei (la Regione boccia tutto, ormai), aumentare la TARI, chiudere il PPI.
Mentre Forza Italia, con tutti i suoi iscritti e sostenitori, non deve vergognarsi di nulla, CambiaMonte dovrebbe vergognarsi delle mancate riposte ai cittadini.
Che il PD abbia DNA, mente e pensieri rivolti alle cattiverie e a raggiungere il potere con tutti i mezzi lo sanno anche i sassi: le logiche dei Boschi-Renzi-Verdini appartengono al PD – ora CambiaMonte – e la gente li sta già punendo!»

(Fonte: Forza Italia – Monte Sant’Angelo)

0 commenti:

Posta un commento

Advert

affariok
Luca Zichella
Villa Giovanni Atzori

Seguici su FB

Advert

AFFARIOK

Cult.time newsletter

News Liquida

Powered by Blogger.

Culttime blog 2.0

Contatti Feed RSS Facebook Twitter pinterest Tumblr Facebook

Visite

free counters

Social

http://www.wikio.it
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Personal-Journals blog