lunedì 24 ottobre 2016

Il Foggia mette la quarta e schiaccia il Monopoli. È di nuovo in vetta

di Nico Baratta

Serata da incorniciare per il Foggia Calcio. Con un secco 4 a 1 batte il Monopoli e riacquista la vetta della classifica di Lega Pro. A 23 punti è in compagnia del solito Lecce che non molla, seguita dalla Juve Stabia a 22 e poi dal Matera a 21 punti. Il Monopoli si ferma al quinto posto a 17 punti preceduta dal Cosenza a 19. Allo Zaccheria, finalmente aperto e pieno dei suoi tifosi – più di 10mila- scende in campo una compagine senza Sarno ancora convalescente e deficitario di Guarna squalificato contro l’ultimo incontro perso con i campani della Juve Stabia. Mister Stroppa, a quanto pare, ha trovato la quadra sugli undici in campo, avvalorata dall’ultimo match di coppa Italia vinto sempre contro quella Juve Stabia che è gioia e dolori per i Satanelli. Stroppa difatti schiera Sanchez tra i pali, sulle fasce difensive Angelo e Rubin, mentre Martinelli e Coletti centrali, il centrocampo lo occupano Gerbo, Vacca ed Agnelli, con un attacco composto da Chiricò, Padovan e Mazzeo. In campo si son viste giocate nuove, schemi perfezionati ma soprattutto quella grinta e determinazione che fa credere in una squadra convinta e responsabile delle proprie forze. Molte occasioni son venute dal centrocampo, sempre con una difesa oggi molto attiva e attenta, con giocate da fuori area e verticalizzazioni millimetriche. Due goal, i primi, con due bolidi e altri due con giocate finalizzate nell’area piccola difesa da Mirarco. 

Il Primo Tempo esaltante, grintoso, convintamente solo dei Rossoneri. Chiricò inizia lo show al secondo minuto con dribblando la difesa del Monopoli e concludendo poco fuori la destra di Mirarco. Poi ci prova Padovan che di testa manda poco alto il pallone sulla traversa. Chiricò vuole il goal e ci riprova all’ottavo senza riuscirci. Il Monopoli pare non avere le forze per contrastare il forcing dei foggiani e cerca di difendersi dallo schiacciante assedio dei padroni di casa. Ma è sempre il Foggia a concludere. Al ventesimo è Padovan che manda di poco alta la palla sulla traversa dopo aver ricevuto il solito millimetrico assist da capitan Agnelli. Ogni tanto si intravedono i biancoverdi di Zanin che non impensieriscono Sanchez.è un assedio innanzi Mirarco e il Foggia passa in vantaggio. Al 27 Gerbo serve da sinistra Vacca che da fuori area calcia e spara un missile che s’insacca nell’angolo sinistro di Mirarco. Foggia 1 Monopoli 0. È un tripudio di gioia e colori lo Zaccheria, un boato lo rimbomba nuovamente. Il Foggia ci crede, è convinto. Schiaccia il Monopoli costringendolo a difendersi in undici nella loro area di rigore. Al 33esimo il raddoppio. Rubin da oltre trenta metri sorprende Mirarco con un altro missile che non riesce a trattenere. Foggia 2 Monopoli 0. Gli ospiti, già in difficoltà, accusano il doppio colpo e cercano di difendersi chiudendosi. Ma il Foggia non ci sta, vuole la terza rete. Padovan ci riprova con la testa con un pallone servito da Agnelli da corner colpendo il palo. Termina la prima metà di gioco con un Monopoli distrutto e un Foggia euforico.

Il Secondo Tempo il Foggia inizia con calma, studiando nuovamente gli avversari ma spietatamente goal. Gioca con tatticismo tanto da permettere ri far avanzare il Monopoli che crede riaver preso fiducia. Pinto trova un varco in area rossonera e spara alto su Sanchez. Il Foggia forse vuol respirare e concede spazi ai monopolitani. Al 60esmimo Montini sigla le rete, l’unica per gli ospiti, con un colpo di testa. Foggia 2 Monopoli 1. Lo Zaccheria zittisce, pare rivivere la partita vista a Castellammare di Stabia. Il Monopoli sembra riavere fiducia e ci riprova dal limite. Il Foggia, però, non ci sta e riprende le redini del gioco. Chiricò ci prova da punizione. Ma è il Monopoli è riprendersi il gioco dopo una palla persa da Gerbo che innesca un contropiede che Genchi sfrutta malamente. Mister Stroppa si accorge che il centrocampo ha bisogno di aiuto e cambia Mazzeo con Letizia. Il gioco acquista vivacità per la freschezza del nuovo entrato. Padovan vuole il goal e al 73esimo lo trova. Servito da Angelo con un rasoterra buca la porta difesa da Mirarco segnando sul secondo palo. Foggia 3 Monopoli 1. Gli ospiti vogliono reagire ma il Foggia lo blocca a centrocampo. Solo Genchi riesce a impensierire la difesa foggiana ma senza conclusioni preoccupanti per Sanchez. Stroppa ancora una volta rivede gli schemi e manda in campo dapprima Saniz-Maza per Chiricò e poi Agazzi al posto di Gerbo, forse anche per dar la possibilità al giovane di prendere confidenza con il terreno di gioco. Il tempo regolamentare termina ma il Foggia attacca più che mai. Galvanizzati dal campo di casa per la prima volta solcato in campionato? Forse… In area degli ospiti è un continuo assedio. Letizia reclama un fallo da rigore. Ma è Saniz-Maza al 92esimo a siglare il poker per i padroni di casa con un rasoterra che supera Mirarco alla sua destra. Foggia 4 Monopoli 1. Due minuti dopo termina la partita e il signor Antonio Giua di Olbia manda tutti a rifrescarsi sotto le docce..

Il Foggia ha convinto e ha riabbracciato i suoi tifosi. La presunta crisi pare sia stata solo una lieve flessione di lucidità fisica. Cosicché il Foggia ritorna in vetta e domenica prossima, in casa salentina, il match della verità contro quel Lecce che la accompagna in classifica

Tabellino di Gara


FOGGIA4 – MONOPOLI 1
Stadio Pino Zaccheria di Foggia con 10424 spettatori con gli abbonati
RETI: 27′ Vacca (F), 33′ Rubin (F), 60′ Montini (M), 73′ Padovan (F), 92′ Sainz Maza (F)

FOGGIA: Sanchez, Angelo, Rubin, Agnelli, Coletti, Martinelli, Chiricò (88′ Sainz Maza), Vacca, Padovan, Gerbo (82′ Agazzi), Mazzeo (69′ Letizia).
A disposizione: Tucci, Loiacono, Dinielli, Quinto, Sansone, Sicurella, Riverola.
Allenatore: Giovanni Stroppa.

MONOPOLI: Mirarco, Ricucci (72′ Gomes Forbes), Esposito, De Vito, Pinto, Viola, Sounas, Nicolini, Montini, Gatto (49′ Balestrero, 55′ Ferrara), Genchi.
A disposizione: Pellegrino, Bei, Franco, Cassano, Mercadante, Mouzakitis, Mavretic, D’Auria, Ferrara, Difino.
Allenatore: Diego Zanin.

ARBITRO: Antonio Giua di Olbia.
ASSISTENTI: Antonio Spensieri di Genova e Giuseppe Perrotti di Campobasso.
AMMONITI: Gerbo (F), Ricucci (M), Sounas (M), Martinelli (F)
ESPULSI: nessuno
ANGOLI: 15-1
RECUPERO: 0’pt + 4’st

0 commenti:

Posta un commento

Advert

Luca Zichella
affariok

Seguici su FB

Advert

AFFARIOK

Cult.time newsletter

News Liquida

Powered by Blogger.

Culttime blog 2.0

Contatti Feed RSS Facebook Twitter pinterest Tumblr Facebook

Visite

free counters

Social

http://www.wikio.it
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Personal-Journals blog